.

alle stazioni
ai treni presi e persi
alla musica che mi scandisce
al cuscino che mi abbraccia
al deserto, agli alberi, al cielo
ai vuoti ai pieni
al disincanto
e alle magie
al candore
e ai sensi
al cinismo
a chi sente
a chi non sente
a chi trema
a chi resta saldo
all’immaginazione
anche spenti i sogni
alle mani, agli occhi, alle labbra
ad ogni sorriso
ai ricordi
alle emozioni
e ancor più ai sentimenti
nonostante tutto.



2 Commenti to “.”

  1.   Giovanna Says:

    BELLA! Come te! :-) E quanto tempo per realizzare i sogni…la clessidra ha appena iniziato a scandirlo :-)

  2.   andreapac Says:

    Bello e giusto l’accostamento del tempo che passa a tante parole che seguono.
    Non solo nel leggerle con cadenza lenta ma all’ansia che scavano per finire alla scintilla finale.
    Amore, passione che pensimo nostri ma è ancora il tempo a possederle.
    Buon Anno anche se in ritardo