Senza pelle

 Sono senza pelle

ferita dalle emozioni.

Nessuna protezione filtra i gesti

che che mi giungono dal mondo.

Sono un icaro precipitato

prima di aver raggiunto

l’ultimo estatico bagliore.

Nessun sole mi ha accecato

eppure

le mie ali di cera si sciolgono.



9 Commenti to “Senza pelle”

  1.   Carmen Says:

    Spero che questo periodo triste passi presto…vedrai che passerà.
    Un abbraccio fortissimo…più forte di ieri!
    Carmen

  2.   Paola Says:

    La vita a volte sembra divertirsi a sbatterci da una parte all’altra e a farci precipitare…ma sono solo momenti…magari quando meno te lo aspetti trovi un appiglio che ti salva…siis fiduciosa…:-)

  3.   andreapac Says:

    Icaro, e i sogni proibiti, ma è bello farli e se è vero che i sogni sono come i desideri ogni mattina nascono è solo questione di saperli cogliere.

  4.   antonio76 Says:

    Amica mia, leggendoti ho ripensato al bellissimo film di D’alatri “senza pelle” con kim rossi stuart. Splendide parole. Se vuoi passa da me, che ti regalo un “sorriso scientifico”. E’ una promessa :-)

    (ma lo sai che somigli ad audry tatou in modo impressionante?)

  5.   Carmen Says:

    Ciao Titani, come stai?
    Spero che questa nuova settimana sia iniziata bene…
    Io sono un pò sotto pressione con la tesi…
    Un saluto volante,spero giunga fino a te insieme al mio miglir sorriso.Ti abbraccio,
    CArmen

  6.   Pand Says:

    Non so perchè, ma mi hai fatto venire in mente questa fantastica canzone….

    Niente trucco, per me,
    Via le luci, stasera…
    Che ha guardarti, negli occhi,
    Sia la faccia, mia vera!
    Niente trucco, per me,
    Perché tu, creda, ancora…
    Che quest’uomo, sia un uomo…
    Non la tua bestia rara!
    Ti ho cercato…
    Ti ho inventato…
    Divertito, amato!
    E vestito, da Pierrot,
    Ho riso e pianto, più di un po’!

  7.   wer Says:

    Non sempre cadere a terra è negativo;si imparano tante cose che torneranno utili per il prossimo volo….

  8.   albix Says:

    Passavo per ringraziarti della tua visita. Sono belli i tuoi versi ma questa poesia mi ha colpito con il riferimento ad Icaro. Penso che sia abbastanza normale che si trovino visioni comuni nei versi di poeti magari distanti per genere e/o per stile. Naturalmente ogni poeta resta originiale ed inimitabile, con il suo proprio marchio. La poesia su San Lorenzo e l’altra con la visione di Icaro in reatà non stanno sul blog di poesieitaliane ma bensì nel blog http://fralenuvol.com/. Ciao da Albix

  9.   NATINA Says:

    COSì BELLA E COSì TRISTE … CHE TRISTEZZA